LIFE UPDATE : cosa è successo?

Ciao lettori!
Avete notato la nuova grafica? Eh? Eh? Vi piace?
Ho deciso di svecchiare un po’ il blog in previsione di un utilizzo più costante.
Sì lo so, lo dico sempre, ma poi non lo faccio mai però questa volta voglio davvero provarci. Datemi fiducia!
Proprio ieri sono incappata in un vecchio post in cui raccontavo le varie peripezie affrontate per trovare casa a Torino. Da allora è passato molto tempo e quella casa l’abbiamo cambiata.
Diciamo all’epoca ci eravamo po’ accontentati della prima casa decente trovata, ed erano affiorati subito i difetti.
Era un piccolo bilocale con ingresso striminzito, salotto/cucinino, camera da letto e bagno. Uno di quegli appartamenti con le pareti di cartapesta in cui senti i vicini starnutire. Non cadeva a pezzi, ma non era neanche nuovo di pacca.
La prima settimana, però, la doccia è crollata.
Successivamente è crollato il tubo del lavandino della cucina, per due volte.
I vetri erano inesistenti, era come avere del cellophane alle finestre. I serramenti erano vecchissimi e quindi in caso di temporale entravano in casa foglie, polvere e un sacco di altra roba.
Nel cucinino ci stava a malapena una persona, quindi cucinare non era mai un piacere, diventava una condanna.
Poi sono arrivate le blatte. E ci sono rimaste.

Insomma, un bel posto.

I nostri vicini erano una coppia di 890 anni, che probabilmente viveva lì da prima che costruissero il palazzo. Lui era un uomo enorme sopravvissuto a una vita di lavori forzati, un infarto e un ictus, lei era una di quelle nonne amorevoli bravissime a cucinare che portava avanti la casa.
Con loro abbiamo avuto purtroppo un imprinting un po’ negativo. Infatti, il marito non era molto stabile e spesso cadeva. Sono abbastanza convinta che la moglie tentasse di farlo fuori. A sostegno della mia tesi c’è il fatto che abbia tolto dal soggiorno il divano sul quale il marito era solito riposare e lo abbia sostituito con delle molto meno stabili sedie da giardino di plastica.
Ovviamente ogni volta che questo uomo di 200 kg cadeva nel bel mezzo della casa, la moglie citofonava a noi per tirarlo su.

Immaginatevi io e Karim, che in due abbiamo la forza di una zucchina, che tiriamo su questo uomo di 80 anni. Bei momenti.
Di buono c’era che poi venivamo ricompensati con arancini gratis.

Insomma, il desiderio di cambiare casa si è fatto sentire subito.
Abbiamo passato un anno lì, un sacco di ricordi saranno sempre legati a quella casa, ma era tempo di fare un upgrade.
La cosa positiva è che potevamo contare su questo “bucolocale” come punto di appoggio per vedere nuove case.

Avete presente quando vedete online un annuncio immobiliare e pensate “OMMIODDIO ma è perfetto! Questa sarà casa mia! Metterò il divano lì, il letto là, questo muro sarà rosa, questo verde pisello..” – capito no? Ecco. A noi è capitato con il primo appartamento che abbiamo visitato quando abbiamo deciso di cambiare casa.
Sulla carta era uno stabile meraviglioso, di recente ristrutturazione, metratura importante, con due camere e uno studio. PERFETTO!
Appena varcata la soglia ci è sembrato di essere entrati nella soffitta di un qualche film horror. Per un attimo abbiamo pensato di chiedere all’agente immobiliare se ci fosse stato qualche errore e si fosse sbagliato. L’appartamento era quello delle foto, ma come se ci fosse esplosa dentro una bomba. Ragnatele, pavimenti scricchiolanti, polvere, muri scrostati. NO GRAZIE. NEEEEEEEEEXT!

Non vi sto neanche ad elencare lo smisurato numero di case bellissime ma senza finestra in bagno oppure ancora peggio: con finestra che da sulle scale ad altezza uomo. Roba che mentre sei sulla tazza puoi allegramente conversare col vicino che rientra dal lavoro. NO. NO. NO.

Con molta rassegnazione infine siamo andati a vedere una casa che io avevo tenuto in archivio per diverso tempo senza darle mai molto credito perché aveva il bagno di un colore imbarazzante e la cosa mi turbava assai.
Ci siamo dovuti ricredere. La casa era abitata dai proprietari ed era stata recentemente ristrutturata. Più restavamo lì, più eravamo convinti. C’era anche una stanzina in più che poteva diventare un piccolo ufficio!
E c’era l’aria condizionata!
LA PRENDIAMO! 

Quindi si, abbiamo una casa con il bagno colorato in modo imbarazzante.
(Però i vicini hanno la nostra età. Menomale.)

Ormai siamo qui da agosto scorso e siamo molto soddisfatti. Per ora non si è presentato nessun problema. A differenza dell’altra casa abbiamo un rapporto molto diretto con un i proprietari che sono persone splendide e a noi preme molto questa cosa.
Ci sono ancora un po’ di lavoretti da fare, ma per ora viviamo più che bene!
Magari vi posterò qualche foto decente in una prossima entry del blog 🙂

E voi? Quali sono stati le vostre avventure nel cercare casa?
Raccontatemele!

Marty

Annunci

Un pensiero riguardo “LIFE UPDATE : cosa è successo?

  1. Bellissimo il tuo blog con questo look. Ogni tanto il blog deve essere aggiornato non solo in campo articoli, ma anche in campo di tema. Cercare casa è molto difficile visto che devi vedere le varie case e capire quella che è giusta per te

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...