LIFE UPDATE : cosa è successo?

Ciao lettori!
Avete notato la nuova grafica? Eh? Eh? Vi piace?
Ho deciso di svecchiare un po’ il blog in previsione di un utilizzo più costante.
Sì lo so, lo dico sempre, ma poi non lo faccio mai però questa volta voglio davvero provarci. Datemi fiducia!
Proprio ieri sono incappata in un vecchio post in cui raccontavo le varie peripezie affrontate per trovare casa a Torino. Da allora è passato molto tempo e quella casa l’abbiamo cambiata.
Diciamo all’epoca ci eravamo po’ accontentati della prima casa decente trovata, ed erano affiorati subito i difetti.
Era un piccolo bilocale con ingresso striminzito, salotto/cucinino, camera da letto e bagno. Uno di quegli appartamenti con le pareti di cartapesta in cui senti i vicini starnutire. Non cadeva a pezzi, ma non era neanche nuovo di pacca.
La prima settimana, però, la doccia è crollata.
Successivamente è crollato il tubo del lavandino della cucina, per due volte.
I vetri erano inesistenti, era come avere del cellophane alle finestre. I serramenti erano vecchissimi e quindi in caso di temporale entravano in casa foglie, polvere e un sacco di altra roba.
Nel cucinino ci stava a malapena una persona, quindi cucinare non era mai un piacere, diventava una condanna.
Poi sono arrivate le blatte. E ci sono rimaste.

Insomma, un bel posto.

I nostri vicini erano una coppia di 890 anni, che probabilmente viveva lì da prima che costruissero il palazzo. Lui era un uomo enorme sopravvissuto a una vita di lavori forzati, un infarto e un ictus, lei era una di quelle nonne amorevoli bravissime a cucinare che portava avanti la casa.
Con loro abbiamo avuto purtroppo un imprinting un po’ negativo. Infatti, il marito non era molto stabile e spesso cadeva. Sono abbastanza convinta che la moglie tentasse di farlo fuori. A sostegno della mia tesi c’è il fatto che abbia tolto dal soggiorno il divano sul quale il marito era solito riposare e lo abbia sostituito con delle molto meno stabili sedie da giardino di plastica.
Ovviamente ogni volta che questo uomo di 200 kg cadeva nel bel mezzo della casa, la moglie citofonava a noi per tirarlo su.

Immaginatevi io e Karim, che in due abbiamo la forza di una zucchina, che tiriamo su questo uomo di 80 anni. Bei momenti.
Di buono c’era che poi venivamo ricompensati con arancini gratis.

Insomma, il desiderio di cambiare casa si è fatto sentire subito.
Abbiamo passato un anno lì, un sacco di ricordi saranno sempre legati a quella casa, ma era tempo di fare un upgrade.
La cosa positiva è che potevamo contare su questo “bucolocale” come punto di appoggio per vedere nuove case.

Avete presente quando vedete online un annuncio immobiliare e pensate “OMMIODDIO ma è perfetto! Questa sarà casa mia! Metterò il divano lì, il letto là, questo muro sarà rosa, questo verde pisello..” – capito no? Ecco. A noi è capitato con il primo appartamento che abbiamo visitato quando abbiamo deciso di cambiare casa.
Sulla carta era uno stabile meraviglioso, di recente ristrutturazione, metratura importante, con due camere e uno studio. PERFETTO!
Appena varcata la soglia ci è sembrato di essere entrati nella soffitta di un qualche film horror. Per un attimo abbiamo pensato di chiedere all’agente immobiliare se ci fosse stato qualche errore e si fosse sbagliato. L’appartamento era quello delle foto, ma come se ci fosse esplosa dentro una bomba. Ragnatele, pavimenti scricchiolanti, polvere, muri scrostati. NO GRAZIE. NEEEEEEEEEXT!

Non vi sto neanche ad elencare lo smisurato numero di case bellissime ma senza finestra in bagno oppure ancora peggio: con finestra che da sulle scale ad altezza uomo. Roba che mentre sei sulla tazza puoi allegramente conversare col vicino che rientra dal lavoro. NO. NO. NO.

Con molta rassegnazione infine siamo andati a vedere una casa che io avevo tenuto in archivio per diverso tempo senza darle mai molto credito perché aveva il bagno di un colore imbarazzante e la cosa mi turbava assai.
Ci siamo dovuti ricredere. La casa era abitata dai proprietari ed era stata recentemente ristrutturata. Più restavamo lì, più eravamo convinti. C’era anche una stanzina in più che poteva diventare un piccolo ufficio!
E c’era l’aria condizionata!
LA PRENDIAMO! 

Quindi si, abbiamo una casa con il bagno colorato in modo imbarazzante.
(Però i vicini hanno la nostra età. Menomale.)

Ormai siamo qui da agosto scorso e siamo molto soddisfatti. Per ora non si è presentato nessun problema. A differenza dell’altra casa abbiamo un rapporto molto diretto con un i proprietari che sono persone splendide e a noi preme molto questa cosa.
Ci sono ancora un po’ di lavoretti da fare, ma per ora viviamo più che bene!
Magari vi posterò qualche foto decente in una prossima entry del blog 🙂

E voi? Quali sono stati le vostre avventure nel cercare casa?
Raccontatemele!

Marty

CASA NUOVA • Le mie idee : IL SALOTTO

Ormai è passato più di un mese da quando abbiamo lasciato la nostra prima casetta per trasferirci in un nuovo appartamento.
Il bilocale in cui stavamo prima aveva un sacco di problemi. Primo fra tutti era molto trascurato, era piccolo e poco funzionale. Ci siamo rimasti poco tempo proprio perché quasi da subito abbiamo capito che era un appartamento con dei problemi e poco adatto alle nostre necessità.
Nonostante tutte queste problematiche, abbiamo un sacco di ricordi in quelle quattro mura. Sono stati i nostri primi anni di convivenza e quindi resterò per sempre affezionata a quella casa.

Il nuovo appartamento è molto diverso. Innanzitutto ha una metratura più ampia e si estende su due piani di cui uno mansardato. E’ ristrutturato e rifinito molto bene.
Ci siamo già ambientati alla perfezione e ci troviamo splendidamente.
Già prima del trasloco ho iniziato a fantasticare sull’arredamento e la decorazione degli interni.
In particolare il salotto, che è la stanza più importante, quella in cui si accede entrando in casa.

I muri sono di un grigio chiaro leggermente spatolato.
Non credo di cambiare il colore perché rilassa molto la vista e non stanca.
Punto fermo della mia idea di “progettazione” (tra molte virgolette, perché non sono né un architetto né altro) per il salotto era il divano modello BACKABRO (…..) di Ikea anch’esso grigio, ma di una tinta più scura rispetto al muro. Ci piacerebbe aggiungere una poltroncina in modo da poter avere più spazio per eventuali ospiti.
Schermata 2015-09-07 a 16.40.33
Per smorzare tutto questo grigio vorrei giocare con dei tocchi di colore nei cuscini e nel tappeto.
La palette di colori che ho in mente va dal giallo ocra/beige al giallo brillante passando per le varie sfumature di verde.
Il tavolino da caffè deve avere linee essenziali e moderne (ora abbiamo un provvisorio tavolino ikea ereditato), così come la lampada da terra.

Nella parete dietro al divano ho intenzione di creare un gallery wall con varie opere di illustratori o fotografi che amiamo. Nell’immagine qui sopra ho inserito una opera di Agnes Cecile, un’artista che cercherò sicuramente di integrare nella composizione.
Come mobile per la TV abbiamo scelto qualcosa di essenziale. Ci siamo buttati su Bestå di Ikea che con i suoi due cassetti ci permette di stipare tutte le serie TV.
A fianco alla zona TV c’è spazio vuoto in cui pensavo di mettere una cassettiera o un sistema modulare per poter contenere oggetti in modo da avere tutto in ordine (un grosso problema della casa vecchia era quello di non avere posti chiusi come cassetti o armadi in cui poter organizzare le cose).
Il miglior candidato per ora è Kallax ( Ikea), che permette anche di giocare con i colori dei contenitori.
Schermata 2015-09-07 a 16.55.51

Che ve ne pare?

E’ strano per me scegliere forme di questo tipo, visto che sono una grande amante del country e dello shabby, ma mi sono resa conto nel tempo che forse non riuscirei a vivere in una casa totalmente costruita su stili di quel tipo.
Sto quindi preferendo linee pulite quasi tendenti al nordico.
Vi terrò aggiornati 😉

Se avete consigli e idee non esitate a commentare!

Marty

HAUL mista di cose A CASO.

Erano secoli che non facevo shopping decente.
Oggi sono stata in giro per negozi con il mi ragazzo e abbiamo preso un po’ di cosine per la casa ( e me ne sono presa un po’ anche per me, ovviamente).
Sono in piena crisi da mezza stagione, quel periodo in cui non sai mai cosa mettere perchè o fa troppo caldo o si muore dal freddo.
Cercavo quindi dei vestiti primaverili o qualcosa di simile. Come al solito non ho trovato molto nonostante abbia provato vari capi.
L’unico che mi ha conquistata è stato un abito di H&M turchese che visto sulla gruccia sembra un tronco senza forma mentre indossato sta proprio bene.
Questa è la foto dal sito:
hmprod
Mi piace tantissimo *-* .
Purtroppo il mio shopping di vestiario si è concluso qui, quindi non posso dirmi del tutto soddisfatta, ma pazienza.
Siamo stati da CO-IMPORT, dove avevano davvero tantissime cose stupende per la casa. I prezzi non erano molto economici, ma neanche astronomici. Abbiamo preso un porta caffè molto carino.
tre

 

Ieri, invece, dopo aver fatto uno shooting bellissimo in centro con una modella sono stata da TIGER. Adoro andarci, hanno sempre cose carine a poco prezzo.
Ho comprato un cestino di latta che in origine andrebbe usato per metterci piante o altri elementi da esterno. Io lo uso per tenerci gli ombretti che sono in singola cialda. Cerco sempe nuove soluzioni per organizzare i miei trucchi e le varie cose ‘beauty’ perchè lo spazio è poco e le cose sono TANTE.

 
uno

Ho preso anche delle presine nuove perchè quelle che abbiamo attualmente sono ben poco funzionali. Queste sono belle grandi e molto + comode. Tutto questo l’ho pagato poco più di due euro. Insieme a questi due articoli ho preso anche un set di spugnette per lavare i piatti a forma di cuoricino. Troppo carine!

quattro

sei

Infine abbiamo comprato FINALMENTE il cofanetto della terza stagione di Game Of Thrones. Visto che abbiamo anche gli altri due in edizione superwow non potevamo non prendere anche questo. E’ rilegato benissimo, con le scritte in rilievo e fatto con un materiale quasi morbido al tatto. All’interno ci sono i visi dei protagonisti stampati grandissimi e un mini-poster della sala del Trono (oltre alla descrizione dei vari episodi).

setteotto

 

setteotto_1

Marty.