30 days PHOTO CHALLENGE ~ day 2 ❀

Giorno 2!!
Ce la sto facendo…oppure è ancora troppo presto per cantare vittoria? Forse si.
La foto doveva essere ‘Cosa hai indossato oggi’.
Inizialmente volevo fotografare i vestiti stesi sul letto o appesi, ma poi ho deciso di fotografarmi per intero con gli abiti indossati.
Trovo che sia una soluzione più piacevole da vedere per quanto la mia faccia somigli a quella di una triglia.

Questo tipo di foto rientra in un ‘genere fotografico’ che non ho mai veramente affrontato: LE FOTO OUTFIT.
Ommioddio.
Non sono una persona che si veste in modo esuberante quindi non ho mai sentito il bisogno di documentare il mio vestire giorno per giorno. Solo raramente quando faccio un po’ di shopping fatto bene mi piace condividere con il mondo i miei acquisti, ma capita ogni morte di Papa (purtroppo…).

Quindi cuccatevi il mio favoloso outfit total black.
Ve lo descrivo anche, tiè.

Vestito: H&M
Cardigan: H&M
Leggins: …..bho, forse H&M (se non sapete dove trovarmi, provate da H&M…)
Scarpe: non mi ricordo, forse Scarpe&Scarpe
Collana: è un cigno origami che mi è stato regalato.
Clicca per ingrandire!
Clicca per ingrandire!
Annunci

#coglioneNO !!!

Stamattina mi sono imbattuta in un articolo che mi ha fatto sorridere e a tratti anche un po’ piangere.

Forse lo sapete già (o forse no), ma mi occupo di fotografia o comunque è quello che cerco di fare e quindi sono una di quelle persone descritte perfettamente nel post di Giulia . Ogni volta che rendo palese alla gente quello che faccio nella vita, mi si risponde con quel mezzo sorriso di compassione misto a pietà che mi fa venire voglia di correre in un angolino a piangere e disperarmi.
“Sono fotografa”
“Ah, che bello dai!”
leggasi: poverina, come fa a campare, ma chi glielo ha fatto fare? Non poteva fare la ragioniera o l’igienista dentale come ogni cristiana?

Sono una di quelle persone il cui lavoro e tempo non viene quasi mai considerato perché la maggior parte della gente ritiene che il nostro sia solo un hobby, un passatempo oppure in altri casi pensa che lavoreremo volentieri gratis per avere un po’ di “visibilità” che LORO potranno fornirci con mezzi dubbi (ti taggo sulla mia fanpage con 2000 fan!)
Quante volte mi sono sentita dire: “ah, ovviamente non posso pagarti!!”, oppure “non posso darti soldi e nemmeno rimborso spese, però le foto le facciamo in Liguria sulla spiaggia, ti aspettiamo!”. Si, aspetta che arrivo.
Questo perché il lavoro creativo non è riconosciuto come una vera OCCUPAZIONE, ma come un passatempo, un divertimento. “Ma si, tanto tu ti diverti!”, si tantissimo. Le persone che parlano in questo modo non hanno la minima idea di cosa ci sia dietro lavori di questo tipo e prendo nella fattispecie il mio. Tengono conto solo delle ore (ORE, non secondi – arrivo CLICK e me ne vado) di scatto e non prendono mai in considerazione quelle che si passa in postproduzione a strapparsi le retine su Photoshop.
Per non parlare dello stress e del nervosismo che può scaturire dell’organizzazione dello shooting stesso.

E’ anche questo il motivo per cui mi faccio sempre molti scrupoli a chiedere collaborazioni alle modelle o ai truccatori che sono loro stessi freelancer. Se non ho entrate io, come posso garantire anche solo un rimborso spese a loro ai quali chiedo una prestazione per un mio progetto?

Qui mi allaccio all’articolo che ho trovato stamattina.
Una Campagna di Sensibilizzazione per il Rispetto dei Lavori Creativi promossa da ZERO 
Cito:

#coglioneNo è la reazione di una generazione di creativi alle mail non lette, a quelle lette e non risposte e a quelle risposte da stronzi.
È la reazione alla svalutazione di queste professionalità anche per colpa di chi accetta di fornire servizi creativi in cambio di visibilità o per inseguire uno status symbol.
È la reazione a offerte di lavoro gratis perché ci dobbiamo fare il portfolio, perché tanto siamo giovani, perché tanto non è un lavoro, è un divertimento.

Questo gennaio ZERO vuole unire le voci dei tanti che se lo sentono dire ogni volta. Vogliamo ricordare a tutti che siamo giovani, siamo freelance, siamo creativi ma siamo lavoratori, mica coglioni.

Qualcuno mi da un AMEN?
Grazie!
Sono stati realizzati 3 soggetti che hanno come protagonisti un idraulico, un giardiniere e un antennista, sfruttati e non pagati. Della serie: diresti no al tuo idraulico?
Vi invito a guardarli tutti e tre perché sono illuminanti e molto ben fatti.

Ricordate sempre di non svalutarvi e di non accettare di lavorare perché vi promettono aria fritta. Io in passato l’ho fatto e non ho ottenuto un bel niente, solo grandi delusioni e fregature. Date un peso al vostro lavoro.

Martina.

Ciao 2013, a mai più.

L’anno scorso avevo scritto un post di resoconto per l’anno appena passato.
L’ho riletto e mi sono resa conto, molto tristemente, che non è cambiato niente.
O meglio, le cose stanno lentamente mutando, ma in fin dei conti io sono sempre qui al mio posto.
Le persone intorno a me sono sempre quelle e io sono sempre precariamente senza un soldo.
La cosa diversa quest’anno è che per il 2014 ho davvero grandi aspettative e quindi se il dicembre prossimo mi troverete qui a scrivere un resoconto IDENTICO a questi due, sappiate che sarò davvero depressa ò_ò

Per certi versi questo 2014 mi spaventa, sarà un anno di cambiamenti, di svolte positive (spero) per la mia vita professionale. Dopo due anni di curriculum mandati a vuoto, colloqui fuffa e porte in faccia, forse riuscirò a FARE QUALCOSA. Qualsiasi cosa. Ormai mi accontento di tutto. (Datemi un lavoro please)
Non ho rinunciato a volermi occupare di fotografia, rimane il mio sogno nel cassetto poter vivere facendo foto e offrendo quel tipo di servizio. Continuerò a farlo e magari un domani diventerà la mia attività primaria, chissà.
Inutile dire che non mi sono sentita per niente bene con me stessa in questo 2013.
Quello per cui ho studiato e lavorato non ha portato a niente e non mi sento per niente realizzata, mi sono sentita e mi sento tutt’ora come se avessi buttato via molto tempo che avrei potuto impiegare meglio.
Aggiungeteci il fatto che anche il datore di lavoro per l’occupazione più stupida della terra ( ESEMPIO: Addetta riordino scaffali, periodo natalizio. Esperienza pregressa 2 anni.)  risponde con ‘le faremo sapere’ o non risponde affatto.
Aggiungeteci il fatto che appena accenno anche solo un piccolo rimborso spese per un servizio fotografico o un low budget la gente sparisce nel nulla, come se avessi nominato Satana o che stupro bambini.
Ci tengo a dire che non mi rotolo nel piumone mangiando gelato e piangendo, però convivere con questo senso di insoddisfazione non è bello. Ci si sente inutili.

QUINDI!!!! Tenendo conto della suprema legge del ‘PEGGIO DI COSI’ NON PUO’ ANDARE’…spero che il 2014 mi riservi molte sorprese!!   *ottimismo!*
Quali sono i vostri propositi per l’anno nuovo?
Spero siano meno depressivi dei miei! VOGLIO SAPERE ^_^

Vi auguro un 2014 ricco di felicità ♡
Marty.

ccb23247b3a67814e1698b1804746f6c

GUIDA AL REGALO – per amici di fotografi.

Natale, tempo di regali.
Ogni anno è un dramma, non si sa mai cosa regalare ad amici e parenti e ci si riduce all’ultimo. Si va nel primo negozio di cinesi a comprare il micio portafortuna o la candela profumata al nontiscordardime.
Quest’anno cerchiamo di fare le cose per bene!
Sono qui per portare la mia esperienza di vita come unica fotografa in famiglia, che per anni si è vista recapitare regali (carini, per carità) per niente correlati alla propria professione o passione, salvo alcuni casi isolati.
Dedico perciò questo post a tutti i fotografi discriminati che si sono visti recapitare da Babbo Natale regali poco consoni – che mica si buttano via eh – mentre magari desideravano qualcosa di photography related.

Ci sono due tipi di regali. Quelli che fa piacere avere anche solo per la smania di possederli, ma che in fin dei conti non servono a niente. Quanti di voi hanno desiderato alla follia la tazza a forma di lente Canon? No? Nessuno? Bhe, io SI. Infatti ne possiedo una – gentilmente regalatami da Giulia.
Il secondo tipo è ‘il regalo utile’, quello che può effettivamente servire a qualcosa. Molti pensano che ogni oggetto legato alla fotografia costi l’ira di dio. Non è così! Si possono trovare idee carine anche a poco prezzo se ci si impegna un po’: una bella borsa per il corpo macchina, un set di riflettori portatili, un kit di filtri…chi più ne ha più ne metta.
Vogliamo parlare poi dei libri fotografici? Quelli sono sempre un ottima idea.
Ho fatto una piccola selezione cercando di inserire sia regali frivoli che idee più serie e indispensabili!


 

1. Diana Mini –  49 € no flash (Lomography Store) 2. A Photo a Day – $28.00 (Urban Outfitters) 3. Sale e Pepe pellicola 35mm – 12 € (Ebay) 4. Henri Cartier-Bresson : The Mind’s Eye – $15,80 (Amazon.com) 5. Photorito lens wrap – $20,00 (Photojojo) 6. Magneti polaroid – Handmade/Etsy (vari prezzi) 7. Lens Bracelets – Etsy shop Dancordero 8. Vintage camera bag – (Photojojo) 9. Camer strap – Handmade/Etsy 10. Lens mug – (Photojojo / Ebay / Amazon) 11. Lastolite reflectors kit – 30€ circa  (Amazon.it) 12. Camera pillows – Etsy shop Intheseam 13. Wireless remote control – vari prezzi da 9 a 35 €  (Amazon.it) 14. Robert Capa : Slightly out of focus – 25,50€ (Amazon.it) 15. Keyboard shortcut skin –  $30,00 (Photojojo)

Fatemi sapere cosa riceverete o quali sono stati i regali peggiori che vi hanno propinato.
Colgo l’occasione per farvi tantissimi auguri di buone feste e spero che il vostro 2014 sia meraviglioso!!

Buon Natale!
Martina♡

 

Sorpresa nella POSTA!!

Buongiorno!
Oggi nella buca delle lettere ho trovato qualcosa di bello!!CYMERA_20131128_122650
Cosa?
Il primo numero di DONNE CON LE CURVE  ( http://www.donneconlecurve.it/ ) il magazine tutto curvy con cui ho collaborato qualche mese fa! E’ molto ben fatto, molto interessante e curato benissimo! Le ragazze hanno fatto un lavoro splendido!

Cosa aspettate ad abbonarvi?
Ci sono anche alcune mie foto, su su! Correte!!

 

Un grande bacione a Giorgia, Miria e a tutte le altre ragazze che hanno collaborato a questo progetto!

Martina.

Nature Project Diary day #2

Il ‘Nature Project’ è ufficialmente iniziato!
Ecco la prima foto con protagonista Monia:

The Storm

TheStorm{clicca per ingrandire}

 

Una pioggia di petali e polline applicati veri su carta stampata.
Sono abbastanza soddisfatta del risultato, era come lo avevo immaginato precedentemente in fase di progettazione.
Poco tempo fa ho scattato delle altre foto con la seconda modella che si è offerta come cavia: Marika!
Presto pubblicherò qualche esperimento.

Abbiamo anche avuto un piccolo intruso sul set 😀

backstage2
A presto con nuove news !

Martina

Nature Project Diary day #01

Ciao a tutti! Si lo so, lo so è tanto che non scrivo sul blog. Perdonatemi.

Ho deciso di iniziare un piccolo ‘diario di bordo’ di un progetto che sta nascendo. Si tratta di ‘Nature Project’ (nome provvisorio), un’idea che mi era venuta tempo fa e all’epoca avevo anche già fatto alcuni prototipi. Tutto era nato come progetto di autoritratto, ma poi ho capito che sarebbe stato limitativo e che avere la disponibilità di volti sempre diversi mi avrebbe dato una marcia in più.

Lo scopo è quello di realizzare dei ritratti, aggiungere successivamente alla stampa degli elementi naturali VERI secondo una precisa composizione e rifotografare tutto quanto. Il progetto si compone quindi di diverse fasi:
fase di scatto : in cui immortalo il/la modello/a in pose bene o male predefinite salvo eccezioni. Di solito le sessioni durano molto poco.
prima fase di postproduzione

stampa

composizione con elementi naturali su stampa

ri-fotografia (foto della foto)

seconda fase di postproduzione della foto ora con elementi naturali all’interno.

In questo modo si hanno definitivi unici nel loro genere, in quanto le composizioni con petali, fiori, rami, erba, non potranno mai venire l’una uguale all’altra.

6431590849_c02cf508ce_b

La mia intenzione è quella di sviluppare questo progetto e realizzare dei ritratti di vari soggetti con tante composizioni diverse! Ho già ricevuto svariate adesioni, se qualcuno volesse partecipare non esiti a contattarmi!

La sessione di scatto è in sè molto semplice, le foto si possono fare con qualunque sfondo e location perchè successivamente io vado a stamparla e a ritagliarla.

Lunedì ho fatto le prime foto con Monia a Piacenza. E’ stata la prima partecipante ufficiale al progetto, EMOZIONE!!! Presto elaborerò le sue foto e vedremo cosa ne uscirà. La ringrazio per essersi prestata a questo esperimento 🙂

Piccola foto di backstage ^_^

moniabs

A presto con altre news 🙂

Martina

SYBlog•• Rinnovo Locali & Pinterest;

Ciao a tutti! Non penso di aver mai iniziato così un post su questo blog, ma come da titolo le cose stanno cambiando! 😀 Ho sempre utilizzato questo spazio su WordPress come vetrina ulteriore per il mio portfolio online, ma ho deciso di dargli un’impronta diversa e farlo diventare un vero e proprio blog (…o almeno ci si prova °_°).
La domanda sorge spontanea: di cosa si parlerà? Gli argomenti che tratterò saranno sempre legati al mondo dell’arte e della fotografia, anzi se avete idee da proporre e consigli fatelo pure!

Mi piaceva l’idea di avere un posto in cui scrivere liberamente di quello che mi ispira o quello che accade quotidianamente nell’ambito artistico/fotografico 🙂 . Avverto subito tutti quelli che stanno leggendo questo post che sono una persona molto poco costante e che il blog non avrà cadenza regolare u_ù, anzi spero che questo progetto possa durare!

Mentre accendete un cero affinchè la mia costanza vinca sulla mia pigrizia, vi volevo parlare di un sito che ho da poco scoperto, ovvero Pinterest! Probabilmente molti di voi già lo frequentano.

Pinterest è un social network dedicato alla condivisione di fotografie e immagini, basato sull’idea di una bacheca, dove gli utenti possono creare e gestire raccolte di immagini in base a temi predefiniti o da loro generati. Il nome deriva dall’unione delle parole inglesi pinboard (bacheca) e interest (interesse). L’obiettivo di Pinterest è di connettere le persone con gli stessi interessi e trarne ispirazione.

(Wikipedia).

Lo trovo molto carino, soprattutto per chi si occupa di fotografia o arte. La prima “board” che ho creato io, ad esempio, è stata “INSPIRATIONS” in cui raccolgo tutte le immagini che trovo nella rete e che possono essermi di ispirazione per lavori futuri.

Inoltre conosco molte persone che fanno lavori handmade o che sono bravissime a cucinare che si sono create le loro boards di idee “faidate” o di ricette da provare 😉 . Insomma, fateci un salto!

Martina